Circolare Manovra 2018 e decreto fiscale

Legge di stabilità 2018 e Collegato fiscale

Spett.li Clienti,

si riportano di seguito le principali novità contenute nella Legge di Stabilità 2018 e nel collegato Decreto Fiscale. Lo Studio rimane a disposizione per valutare unitamente al singolo Cliente il potenziale impatto delle norme introdotte nonché per eventuali chiarimenti.

DECRETO FISCALE Il D.L. n. 148/2017 è stato convertito con modificazione nella L. n. 172/2017 e pubblicato in G.U. il 05/12/2017. Le principali novità riguardano: Rottamazione cartelle bis La c.d. “rottamazione delle cartelle” viene estesa ai carichi affidati all’Agente della Riscossione dal 01/01/2017 al 30/09/2017.

La norma inoltre concede ai debitori che in precedenza si erano visti respingere le istanze perché non in regola con il pagamento delle rate, in scadenza al 31/12/2016, dei piani di dilazione in essere al 24 ottobre 2016, di accedere alla procedura. Split payment La disciplina dello split payment contenuta nell’art. 17 ter DPR n. 633/72 viene estesa a tutte le società controllate dalla Pubblica Amministrazione e alle società quotate inserite nell’indice FTSE MIB della Borsa italiana identificate agli effetti dell’imposta sul valore aggiunto.

Viene prevista la possibilità di regolarizzare attività depositate e somme detenute alla data di entrata in vigore della presente disposizione da soggetti fiscalmente residenti in Italia ovvero dai loro eredi, in precedenza residenti all’estero, iscritti all’AIRE o che hanno prestato la propria attività lavorativa in via continuativa all’estero in zone di frontiera e in Paesi limitrofi, derivanti da redditi prodotti all’estero. Il comma 2 dell’articolo in commento consente di regolarizzare anche le somme e le attività derivanti dalla vendita di beni immobili detenuti nello Stato estero di prestazione della propria attività lavorativa in via continuativa. La regolarizzazione avviene con il versamento del 3% del valore delle attività e della giacenza al 31 dicembre 2016 a titolo di imposte, sanzioni e interessi.

Spesometro

Le novità riferite all’adempimento dello spesometro sono le seguenti:

 I contribuenti, su opzione, avranno la possibilità nel 2018 di trasmettere i dati con: o uno spesometro trimestrale; o o con uno spesometro semestrale

 Le imprese potranno anche optare per l’invio di un documento riepilogativo al posto della trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute se di importo inferiore a 300 euro cd. mini-fatture.

 Niente sanzioni spesometro per chi ha commesso errori nell’invio dei dati delle fatture del primo semestre, purché sanati con un nuovo invio entro febbraio 2018.

Studenti fuori sede

Gli studenti fuori sede al fine di fruire della detrazione affitto fuori sede 19% dovranno sempre risiedere ad almeno 100 km di distanza dall’università ma non occorrerà più che i due Comuni, quello in cui si risiede e quello in cui si studia, appartengano a provincie diverse. Per gli studenti fuori sede residenti in aree di montagna o in zone disagiate, la distanza obbligatoria, scende a 50 km.

LEGGE DI STABILITÁ 2018

Il testo prevede alcune disposizioni fiscali in favore dei privati e delle imprese e alcune agevolazioni in materia di lavoro. Le principali disposizioni per i privati sono le seguenti:

Bonus bebè

L’assegno per i nuovi nati da 80 euro al mese viene rinnovato per il 2018 ma solo per il primo anno di vita del bambino. È destinato alle famiglie con un reddito Isee sotto i 25.000 euro l’anno.

Bonus casa

Nel 2018 sono rinnovati ecobonus, con modifiche sulle caldaie meno efficienti che escono dallo sconto, e sismabonus, unificati nel caso di lavori condominiali in zone sismiche. Viene introdotta per la prima volta una detrazione al 36% per la cura del verde privato di terrazzi e giardini, anche nei condomini.

Bonus mobili

L’agevolazione che prevede la detrazione Irpef del 50% sulle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, entro un massimo di spesa di 10 mila Euro, viene prorogata per gli acquisti fino al 31.12.2018. Per godere dell’agevolazione è necessario aver effettuato un intervento di ristrutturazione a partire dal 1° gennaio 2017. Cedolare secca 10% Viene prorogata la cedolare secca con aliquota del 10% sui contratti a canone concordato sino al biennio 2018-2019.

Proroga rivalutazione terreni, partecipazioni e beni d’impresa

Sono riaperti i termini per rideterminare il costo d’acquisto di:

 terreni edificabili e agricoli;

 partecipazioni non quotate in mercati regolamentati La redazione e l’asseverazione della perizia di stima dovrà essere effettuata entro il 30.06.2018. L’imposta sostitutiva da applicare sui i valori rideterminati è l’8%. Le principali novità per le imprese sono riepilogate di seguito:

Super ammortamento e iper ammortamento

Viene prorogato agli acquisti effettuati dal 01/10/2018 al 31/12/2018 il maxi ammortamento. È prevista la riduzione al 130% in sostituzione del precedente 140%. Sono esclusi:

 i beni che beneficiano della precedente versione del maxi ammortamento;

 tutti i veicoli e gli altri mezzi di trasporto di cui all’art. 164, comma 1 del TUIR (quindi non più solo i veicoli a deducibilità limitata, come previsto nella precedente versione del maxi ammortamento).

 Qualora l’ordine al fornitore sia accettato entro il 31.12.2018, ed entro tale data sia versato l’acconto almeno pari al 20%, gli investimenti potranno essere effettuati entro il 30.06.2019 Le imprese potranno godere dell’ iper ammortamento del 250% in relazione agli acquisti effettuati entro il maggior termine del 31.12.2018 (anziché 31.12.2017). Lo strumento agevolativo riguarda gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi ed i beni funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale delle imprese in chiave Industria 4.0.

È altresì confermato l’obbligo di predisporre la documentazione già richiesta dalla legge di bilancio 2017 la quale prevedeva che, per poter beneficiare delle maggiorazioni previste per l’iper ammortamento o per il super ammortamento su beni immateriali l’impresa interessata è vincolata a produrre:

 una dichiarazione del legale rappresentante resa ai sensi del Dpr 445 28 dicembre 2000;

 ovvero, per i beni aventi ciascuno un costo di acquisizione superiore a 500.000 euro, una perizia tecnica giurata rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale iscritto al rispettivo albo professionale o, in alternativa, un attestato di conformità rilasciato da un ente di certificazione accreditato.

Sabatini ter

Lo strumento agevolativo definito “Beni strumentali – Nuova Sabatini (o Sabatini – ter)”, istituito dal decreto-legge del Fare (art. 2 decreto-legge n. 69/2013), è finalizzato ad accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese e migliorare l’accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese (PMI) per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature. La Legge di Bilancio 2018 ha disposto nuovi fondi e ammesso la presentazione delle domande fino ad esaurimento degli stessi, in particolare viene rifinanziata per 330 milioni di euro nel periodo 2018-2023, con una riserva del 30% per gli investimenti “Industria 4.0”. Credito d’imposta per formazione 4.0

Il credito d’imposta per la formazione 4.0 è rivolto a tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano e dal regime contabile adottato, che effettuano spese in attività di formazione 4.0 nel periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2017.

Il credito d’imposta è attribuito nella misura del 40% delle spese relative al solo costo aziendale del personale dipendente per il periodo in cui viene occupato in attività di formazione 4.0.

L’incentivo è riconosciuto, fino ad un importo massimo annuale di 300mila euro per ciascuna impresa beneficiaria, per gli interventi formativi pattuiti attraverso contratti collettivi aziendali o territoriali.

Per l’attuazione del credito d’imposta per la formazione 4.0 è autorizzata la spesa di 250 milioni di euro per l’anno 2019. Si segnalano, in materia di lavoro, la seguente novità:

Giovani e lavoro: metà contributi per 3 anni sui neoassunti under 35

Per favorire le assunzioni stabili, i datori di lavoro godranno dal primo gennaio di uno sgravio del 50% per i primi tre anni di contratto a tutele crescenti (con un tetto massimo di 3mila euro annui).

È necessario che il lavoratore in precedenza non sia mai stato occupato con un rapporto di lavoro subordinato. Il bonus è valido per gli under 35 nel 2018 e per gli under 30 a decorrere dal 2019.

Lo sgravio sale al 100% se si assume un giovane che ha effettuato l’alternanza scuolalavoro o l’apprendistato presso lo stesso datore di lavoro. Di seguito alcune ulteriori novità previste dalla Legge di Stabilità: Il calendario fiscale viene ridisegnato: il termine per la dichiarazione precompilata passa al 23 luglio e quello per la Dichiarazione dei Redditi al 31 ottobre, insieme con Irap e 770. Gli studi di settore rimarranno in vigore ancora per il periodo 2018 mentre l’introduzione degli indici di affidabilità viene rimandato al 2019. Fatturazione elettronica: dal 01/01/2019 l’obbligo di fatturazione elettronica viene esteso a tutte le operazioni tra privati (B2B) e nei confronti dei consumatori finali (B2C). Infine si segnala che, per effetto delle modificazioni introdotte dal D.L. n. 50/2017 agli artt. 19 e 25 del DPR n. 633/72, il diritto alla detrazione dell’iva sugli acquisti deve essere esercitato entro la dichiarazione dell’anno in cui il diritto è sorto. Ciò implica che la registrazione delle fatture d’acquisto e delle bollette doganali deve avvenire anteriormente alla liquidazione periodica nella quale è esercitato il diritto alla detrazione della relativa imposta, e comunque entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione annuale Iva relativa all’anno di ricezione della fattura e con riferimento al medesimo anno e cioè entro il 30/04/2018. Si invitano pertanto i sigg. Clienti a far pervenire allo Studio le fatture ricevute dai propri fornitori con data 2017 con la massima sollecitudine possibile e ciò al fine di poter fruire della detrazione dell’Iva. Restiamo a disposizione per ogni chiarimento e per esaminare le peculiarità dei singoli casi. Auguriamo a tutti i nostri Clienti un Sereno e Prospero 2018. Cordiali saluti Studio F. Baiguera e G. Peli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *